Ciao, Dio, non ti amo!


Una testimonianza da miscredente a credente…


 

Vi siete mai chiesti se Dio esiste davvero?
 
Eliminate tutte le questioni di Chiesa, i rituali, la comunità… cosa costituisce una religione, cosa costituisce la fede? È ben possibile avere una sorta di “religione” senza Dio: creare un club, fare cose buone per la terra o la comunità, creare regole, sacramenti e “correzioni” (leggi penitenze), riconoscere un’autorità e… boom! Ecco una religione.
 
Guardate la storia. Guardate tutti i falsi dei che sono stati inventati per dominare o placare le masse; cose rende questo Dio, Gesù Cristo, quello vero? Come potete esserne sicuri?
 
Sono domande che spaventano, soprattutto per persone che dicono di credere ma dentro di sé hanno dei dubbi. Fanno perfino più spavento a quanti praticano la fede solo perché è quello che fa la famiglia, o la cultura. Ma la religione è “reale” se si crede per paura o si è troppo spaventati per non credere?
 
Sapete chi non è affatto spaventato da queste domande? Chi non crede. Lo so perché non ero affatto spaventato nel rispondere a qualsiasi domanda. Ero curioso ma non avevo paura, e non ero neanche particolarmente serio.
 
Molti anni fa, però, le domande sono diventate serie, e un po’ spaventavano, mentre soppesavo l’ipotesi di “sprecare denaro” mandando i miei figli a una scuola cattolica…

 

da Aleteia – novembre 2015

Clicca e leggi tutto l’articolo dalla fonte