Vaccini sì vaccini no:
facciamo chiarezza senza paure

 
 

Cari genitori e nonni,
 
oggi desidero intrattenervi sulle vaccinazioni.
Sta accadendo qualcosa di veramente assurdo in un momento di altissimo sviluppo tecnologico: la gente ha paura di vaccinare.
 
Ma perché?
 
Cosa sta accadendo?
 
I pregiudizi hanno fatto e continuano a fare così tanto male?
 
Non si ragiona più?
 
Ebbene, quanto più l’uomo raggiunge altissimi livelli tecnologici, tanto più cade nella più incredibile confusione e nelle paure pericolosissime per la stessa vita che conduciamo.
 
Da sempre la paura causa immani disastri.
 
Io ricordo che, da piccolo, sentivo parlare dei miracoli del vaccino contro la difterite, il tetano, la poliomielite che nel dopoguerra erano state introdotte.
Era terribile morire e veder morire di tetano, di difterite e di polio.
Quanta gente, milioni e milioni di persone si sono salvate.
E quanta euforia, ricordo, c’era in chi si vaccinava, a quei tempi.
 
Pensate al vaiolo.
 
Ormai non esiste più, cioè è stato eradicato grazie al vaccino.
È così via per le altre malattie.
 
E il morbillo?
 
Nei paesi poveri del cosiddetto terzo mondo, non essendoci possibilità di vaccinare contro il morbillo, vi sono stati nel 2012 circa 120000 morti!
 
Perché da noi in Italia nel 2016 ci sono stati 700 casi circa di morbillo (non di morti) e nei soli due mesi del 2017 ben 800 casi?
 
Il morbillo in passato sembrava eradicato: praticamente pochissimi casi di malattia all’anno, mentre oggi sta accadendo qualcosa di incredibile.
 
Vorrei aprire un dibattito sulle paure di vaccinare.
 
Vi prego quindi di comunicarmi i vostri dubbi e le vostre perplessità.
 
Non mi stancherò mai di ricordare che solo grazie ai vaccini tantissima gente si è salvata da malattie mortali o fortemente invalidanti.
 
Pensate che oggi gli studi si stanno concentrando sulla possibilità di vaccinare contro la malaria, ma ancora non si riesce a venirne a capo.
La malaria miete innumerevoli morti nei paesi del terzo mondo.
Ciò per dimostrare l’enorme importanza dei vaccini.
 
Si pensa anche ad un vaccino contro alcuni tipi di tumore e contro l’AIDS.
 
Ebbene, a fronte di queste ampie ed evidenti dimostrazioni dell’enorme valore dei vaccini, le paure non riescono ad essere vinte…
 
Cerchiamo insieme di capire le paure per allontanarle.
 
Oggi desidero inviarvi un questionario molto semplice sulle vaccinazioni che vi prego di redigere e di inviarmi via email al mio indirizzo di posta elettronica.
 
Vi rubo solamente pochi minuti:
 
1) siete favorevoli a tutte le vaccinazioni dell’infanzia, considerato che hanno salvato milioni e milioni di bambini?
 
2) Se non siete favorevoli, dite il perché in pochissime parole.
 
3) Siete stati influenzati negativamente dalla stampa o da programmi televisivi o di altro tipo che avete visto?
 
4) Pensate che oggi con tantissima  tecnologia vi è al contrario molta ignoranza su argomenti chiave come le vaccinazioni?
E perché?
 
5) Come spiegate questa grande confusione?
 
6) Avete delle osservazioni da fare?
 
Vi ringrazio e resto in attesa delle vostre risposte.
 
Clicca per scrivere al dottore e comunicargli le tue risposte

 

dr. Antonino Cumella
(Tel 3287062713)

 
 

Clicca sulle scritte ed entra nelle pagine relative

Chi è il dr. Cumella…
Pagina “Cyberdipendenza
e suoi danni nei bambini”
Pagina “Dinamiche Genitori-Figli”