Chesterton:
il contrario del cristianesimo non è l’ateismo,
ma la tristezza

 

Per Gilbert K. Chesterton, il cristianesimo è allegria, felicità.
Nel cristianesimo si trovano “le danze dei bambini e il vino degli uomini”.
 
Il contrario del cristianesimo non è l’ateismo, né il paganesimo.
Il contrario del cristianesimo è la tristezza.
 
Chesterton sostiene che l’ateismo e il paganesimo nelle Sacre Scritture sono sempre una buona notizia, perché quei periodi sono finiti sistematicamente nel cristianesimo storico. A suo avviso, tutto deriva dal cristianesimo.
 
Tutto nel mondo moderno è di origine cristiana, incluso ciò che sembra più anticristiano: “La Rivoluzione francese è di origine cristiana. Il quotidiano è di origine cristiana. Gli anarchici sono di origine cristiana. L’attacco al cristianesimo è di origine cristiana”. Anche le leggi fisiche e la creazione sono di origine cristiana.
 
L’unica cosa che non è cristiana nel mondo moderno è lo stesso cristianesimo, perché il suo fondatore procede dall’eternità dal Padre ed è nato nel tempo da una donna.
 
Per questo, la cosa grave non è trovare un ateo o un pagano, che finirà per essere cristiano. Per Chesterton, la cosa realmente grave sarebbe incontrare un cristiano triste.
 
Gilbert K. Chesterton è lo scrittore inglese che con stile più personale e con maggiore originalità ha difeso il cristianesimo e la Chiesa nel XX secolo….
 
da Aleteia


Clicca e continua a leggere dalla fonte