Chiara Corbella Petrillo:
ci si avvia verso il processo di beatificazione

 

La sua storia aveva fatto commuovere l’Italia e anche il mondo.
 
La storia di una mamma che aveva preferito rimandare le cure di un tumore che la affliggeva da due anni per portare avanti la gravidanza del figlio.
 
Il suo terzo figlio dopo che i primi due erano morti poco dopo la nascita.
 
Un salto nel buio, in un certo senso, dettato dalla grande fede che ne ha sempre caratterizzato la vita.  
A sei anni dalla morte, la Diocesi di Roma fa il primo passo verso il processo che porterà agli onori degli altari Chiara Corbella Petrillo, scomparsa a soli 28 anni il 13 giugno 2012, con la pubblicazione dell’Editto che annuncia l’apertura della causa di beatificazione e canonizzazione. (…)
 
La Congregazione per le Cause dei Santi ha già dato il suo “nihil obstat” per l’apertura formale della causa lo scorso 27 giugno. A breve, quindi, sarà istruito dalla Diocesi di Roma – dove la Serva di Dio è morta – il Tribunale che dovrà interrogare i testi e raccogliere i documenti. Tutto il materiale successivamente dovrà passare al vaglio del Dicastero dei Santi che valuterà l’eroicità della vita e delle virtù della giovane per stabilire se il suo gesto di rimandare le cure per salvare la vita del figlio sia stato dettato da un istinto materno o da «eroico amore cristiano»….

 

 

Autore

Amministratore

Lascia un Commento

*

*

code