Papa Francesco:
sposarsi non è celebrare il matrimonio,
ma fare cammino da io a noi

 

La nostra “chiamata originaria” è “all’amore sponsale pieno e fedele”, che Gesù Cristo ci ha rivelato e donato. Papa Francesco lo ricorda all’udienza generale in Piazza San Pietro, completando la catechesi sul sesto comandamento: “Non commettere adulterio” (Ascolta il servizio con la voce del Papa).
 
Una rivoluzione
 
Il Pontefice riflette sulla Lettera di San Paolo Apostolo agli Efesini, definendola un brano “rivoluzionario” perché, con “l’antropologia di quel tempo”, afferma “che il marito deve amare la moglie come Cristo ama la Chiesa”.
Forse, in quel tempo, è la cosa più rivoluzionaria che è stata detta sul matrimonio. Sempre sulla strada dell’amore.
 
Il significato sponsale
 
Il Pontefice ricorda che “l’amore fedele di Cristo è la luce per vivere la bellezza dell’affettività umana”, nella fedeltà, nell’accoglienza e nella misericordia. Un comandamento che, ricorda il Papa, in quanto riferito “esplicitamente alla fedeltà matrimoniale”, porta a soffermarsi “sul suo significato sponsale”. Un “comando di fedeltà”, spiega Francesco, destinato non soltanto agli sposi ma a “tutti”, perché “è una Parola paterna di Dio rivolta ad ogni uomo e donna”.
 
Ricordiamoci che il cammino della maturazione umana è il percorso stesso dell’amore che va dal ricevere cura alla capacità di offrire cura, dal ricevere la vita alla capacità di dare la vita. Diventare uomini e donne adulti vuol dire arrivare a vivere l’attitudine sponsale e genitoriale, che si manifesta nelle varie situazioni della vita come la capacità di prendere su di sé il peso di qualcun altro e amarlo senza ambiguità. È quindi un’attitudine globale della persona che sa assumere la realtà e sa entrare in una relazione profonda con gli altri.
 
Imparare a decentrarsi
 
Il Pontefice spiega dunque come una persona adultera, lussuriosa, infedele sia “immatura”, tenendo “per sé la propria vita” e interpretando le situazioni “in base al proprio benessere e al proprio appagamento”…..
da Aleteia


CONTINUA A LEGGERE DALLA FONTE >>>
Palermo – Omelia del Papa

APRI QUI
il testo del discorso