Il Papa autorizza i pellegrinaggi a Medjugorje

 

L’annuncio è stato dato dal visitatore permanente Henryk Hoser e dal nunzio apostolico. Il portavoce Gisotti: «Attenzione rivolta a favorire e promuovere i frutti di bene», ma ciò non significa «una autenticazione dei noti avvenimenti»
 
Papa Francesco ha deciso di autorizzare i pellegrinaggi a Medjugorje, che dunque potranno d’ora in poi essere ufficialmente organizzati dalle diocesi e dalle parrocchie e non avverranno più soltanto in forma “privataˮ come accaduto finora. Lo hanno reso noto oggi durante la Messa alla parrocchia-santuario divenuto meta per milioni di pellegrini, il nunzio apostolico in Bosnia-Erzegovina Luigi Pezzuto e l’arcivescovo Henryk Hoser, visitatore apostolico a carattere speciale della Santa Sede.
 
Pellegrinaggi non autenticano i noti avvenimenti
 
Il direttore “ad interim” della Sala Stampa della Santa Sede, Alessandro Gisotti, rispondendo alle domande dei giornalisti in merito all’annuncio ha precisato che l’autorizzazione papale va accompagnata alla «cura di evitare che questi pellegrinaggi siano interpretati come una autenticazione dei noti avvenimenti, che richiedono ancora un esame da parte della Chiesa. Va evitato dunque che tali pellegrinaggi creino confusione o ambiguità sotto l’aspetto dottrinale. Ciò riguarda anche i pastori di ogni ordine e grado che intendono recarsi a Medjugorje e lì celebrare o concelebrare anche in modo solenne».
 
Attenzione pastorale
 
«Considerati il notevole flusso di persone che si recano a Medjugorje e gli abbondanti frutti di grazia che ne sono scaturiti – ha continuato Gisotti – tale disposizione rientra nella peculiare attenzione pastorale che il Santo Padre ha inteso dare a quella realtà, rivolta a favorire e promuovere i frutti di bene»……

 

Vai alla nostra pagina su Medjugorje

PREMI QUI
per aprire la pagina dedicata a Medjugorje