Invochiamo ogni giorno la luce dello Spirito

 
 
Carissimi,
 
vi invito ogni giorno ad invocare lo Spirito Santo perché ci faccia sempre più desiderare di crescere nella luce di Dio e con la luce di Dio, e fare sempre più spazio nella nostra vita alla sua azione misteriosa.
 
Perché è solo con la sua presenza e la sua azione che possiamo uscire dalle tenebre ed avanzare.
 
Vieni Santo Spirito nelle profondità del nostro essere, dove dimora il desiderio che guida i nostri passi; vieni a scalzare questo desiderio che ci spinge a cercare più di ogni altra cosa il bene di questo mondo, e sostituiscilo con il desiderio di seguire il regno di Dio.
 
Fa’ che nel profondo del nostro essere si instauri il desiderio di te, il desiderio del regno, il desiderio di conoscere Gesù, il desiderio di amare Gesù…
 
Fa’ che tutto il nostro agire, tutto il nostro pensare, tutto il nostro sentire, possa essere proteso a vivere in comunione con te, Santo Spirito di Dio, che sei la luce che illumina ogni uomo.
 
Nella nostra preghiera personale magari ci capita spesso di pensare a che cosa dovremmo fare per avvicinarci di più al Signore.
Proviamo, invece, a metterci in un’altra prospettiva: quella del Signore che guarda noi.
 
È solo Lui che sa quali sono i passi necessari per avvicinarci, ed Egli vuole più di noi questa comunione, quest’amicizia; la vuole prima e più di noi!
 
Allora, non c’è nessun problema perché il Signore sa, non c’è nessuna scoperta da fare, si tratta solo mettersi in un atteggiamento di ascolto, perché Egli agisce continuamente, dalla mattina alla sera, notte e giorno, nei nostri cuori.
 
Ma noi non riusciamo ad ascoltare la sua voce, a discernere il suo consiglio, perché il nostro cuore è assorbito da tutte le pressioni, le sollecitudini, le incombenze, i doveri, soprattutto le preoccupazioni, che ci impediscono di sentirlo.
 
Oppure, ci ostacola quell’atteggiamento tipico di noi occidentali, quello dell’homo faber, che vuole sempre dirigere lui la barca, e decide per qualsiasi cosa quando realizzarla, quando deve pregare, quanto deve pregare, se deve pregare, se c’è una priorità…
Ecco, questa è una tentazione malefica!
 
Signore, insegnaci a relativizzare tutto, a staccarci da tutto per poter sentire la tua voce e vedere la tua luce, come il popolo nel deserto che vedeva la Nube luminosa e camminava fiducioso dietro di essa.
 
Il Signore Gesù vi custodisca nel suo amore.
Fra Giuseppe