ALIENAZIONE E PERDITA DELLA REALTÀ

BENVENUTO NEL SITO DELLA COMUNITÀ ABBÀ Forum Il Teologo risponde ALIENAZIONE E PERDITA DELLA REALTÀ

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #42358
    AvatarGian Mario
    Ospite

    Buongiorno padre,

    da diversi anni alcuni pensieri mi attanagliano la mente e lo spirito.

    Gesù nel nuovo testamento ci semplifica il concetto di vita e comandamento dicendo di amare Dio con la totalità di noi stessi e di metterlo sempre sopra ogni cosa e di amare il prossimo come noi stessi e che non si può amare Dio e mammona.

    Sembra semplice a prima lettura ma ho provato sulla mia pelle a convertirmi a queste dolci parole e ad aprire il mio cuore ma mi hanno portato a privare di senso il mondo, il lavoro, le amicizie, le relazioni, i paesaggi in poche parole mi hanno portato ad uno stato di alienazione e depressione con una nota di senso di colpa perchè provare piacere per qualsiasi cosa che non derivasse da Dio mi fa sentire in colpa.

    Sto tuttora lottando, per esempio quando vado in chiesa sono carico di spirito per far bene e il mio cuore è pieno di belle parole rassicuranti, ma il giorno dopo a lavoro ci devo andare io, in riunione a parlare con i miei dirigenti ci devo andare io, in casa dove tutti si insultano e non si rispettano ci devo stare io e con gli amici che parlano solo di calcio e di cose superficiale ci devo stare io..io posso avere anche tutta la predisposizione per essere AMORE ma mi sento solo in un mondo che vive meglio di me senza Dio.

    Perciò non mi sento tanto libero quando credo nel Padre, anche se lui mi ripete che sono libero, non lo sento nel profondo del mio cuore, mi sento più come una marionetta, o fai come dice lui e ami il prossimo anche se il prossimo ti schiva e ti detesta e umili te stesso oppure Dio non ti donerà la vita eterna..ma che scelta è? dov’è la mia felicità, dov’è il dominio di me?
    Dio mi ha creato e mi ha messo su questa terra, perchè poi mi dice di non appartenere alla terra? Perchè mi sento in colpa se penso a me stesso e ai miei obbiettivi di vita mentre c’è altra gente che sta morendo di fame? Quanta efficacia hanno le mie azioni? …

    A presto

    #46856

    Caro Gian Mario,

    Cosa posso dire di veramente utile?

    Forse una considerazione generale.

    Dio ci ha creati, è la fonte della vita e, quindi, più siamo uniti a lui più siamo felici.
    Amare Dio sopra ogni cosa è il comandamento più importante della fede, ma questo comando è la realizzazione di una meta da raggiungere progressivamente.
    Questa meta esiste solo attraverso un cammino di avvicinamento progressivo.
    E questo avvicinamento avviene attraverso piccole o grandi rinunce quotidiane.
    Rinunce che piano piano modificano la nostra affettività liberandola dalle attrazioni disordinate.

    Facciamo un esempio concreto: noi abbiamo bisogno di alimentarci e Dio ha congiunto a questo bisogno un piacere.
    Piacere e sano nutrimento non sono in contrasto.
    Ma, se uno non sa rinunciare a un piacere della gola neanche se deve fare una dieta necessaria, allora dove è la libertà?

    I piaceri legati al corpo e alla psiche nella natura libera dal peccato e dai vizi capitali non sono un problema.
    Ma noi non siamo liberi, non siamo capaci di disporre di noi stessi secondo natura.

    Chi ama Dio sopra ogni cosa e il prossimo vive nella libertà e nella gioia dei figli di Dio.
    Il senso del vivere cristiano consiste nel riuscire a raggiungere queso obbiettivo.
    Bisogna crederci, bisogna provarci piano piano e, soprattutto, bisogna implorarlo da Dio come una grazia.

    Lo Spirito Santo sicuramente verrà in aiuto a chi a Lui si affida con cuore sincero.
    Spero di essere stato utile.

    Ti accompagno con la preghiera nel tuo cammino di fede.

    Dio ti benedica e ti riempia della sua consolazione e ti facci sperimentare la gioia del suo Amore.

    Fra Giuseppe op

    #47112
    AvatarPaolo
    Ospite

    Secondo me l’alienazione è dovuta al fatto che il Vangelo sia in contrasto con il politicamente corretto di oggi; è facile perdersi e dubitare in questo contesto.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • La discussione ‘ALIENAZIONE E PERDITA DELLA REALTÀ’ è chiusa a nuove risposte.

Abbà – Comunità Cattolica per l'evangelizzazione