Dalla stampa apprendo che il deputato Nunzia De Girolamo avrebbe scritto una lettera al Papa lamentandosi di non aver potuto essere la madrina di Cresima della nipote perché non sposata in Chiesa. La nostra si meraviglia molto di questo trattamento, non lo accetta, non lo comprende e,