TESTO DEL VANGELO (Mt 5,38-48)

 


Gesù disse ai suoi discepoli:
 
«Avete inteso che fu detto: “Occhio per occhio e dente per dente”.
 
Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu pórgigli anche l’altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello.
E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due. Da’ a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle.
 
Avete inteso che fu detto: “Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico”.
 
Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli; egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti.
 
Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani?
 
E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani? Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste».

 

Omelia 20-6-2017 su Mt 5,38-42

Omelia 11-3-2017 su Mt 5,38-42

Omelia 19-2-2017 su Mt 5,38-42

Omelia 13-6-2016 su 1Re 21,1-16 e Mt 5,38-42
Messa mensile con la Comunità Abbà

Omelia 15-6-2015 su Mt 5,38-42

Omelia 23-2-14 su Mt 5,38-48

Omelia 20-2-2016 su Mt 5,43-48

Omelia 16-6-2015 su Mt 5,43-48

Omelia 28-2-2015 su Mt 5,43-48

Omelia 17-6-14 su Mt 5,43-48

   
Omelia 23-2-2014

Omelia 17-6-2013 su Mt 5,38-42

Omelia 18-6-2013 su Mt 5,43-48